Che cos’è l’ikigai e come può cambiarti la vita

Qui ti spiegherò le origini, l'importanza e il significato dell'ikigai ti darò alcuni consigli su come trovare e mettere in pratica il tuo ikigai e a che cosa fare attenzione quando si compie il lavoro interiore per trovarlo.

L’ikigai è un’antica filosofia giapponese che ha avvolto il modo di vivere dei giapponesi. Alcuni credono che sia perfino la ragione della loro felicità e longevità. Non c’è da stupirsi che la cultura occidentale abbia scelto di adottarla come metodo per investire in una carriera molto significativa.

Si dice che il concetto di ikigai si sia evoluto dai principi fondamentali di salute e benessere della medicina tradizionale giapponese la quale ritiene che il benessere fisico sia influenzato dalla salute mentale ed emotiva e dal senso di scopo nella vita.

Devi sapere che il Giappone è al secondo posto nel mondo per aspettativa di vita: le donne vivranno 88 anni e gli uomini 82 anni. Se è vero che la dieta gioca un ruolo importante, molti giapponesi ritengono che l’ikigai abbia molto a che fare con la loro longevità e con il trascorrere una vita felice.

Cosa vuol dire ikigai?

Ikigai è un concetto giapponese che significa “ragione d’essere”.

“Iki” in giapponese significa “vita”, mentre “gai” descrive il valore o il merito. L’ikigai è lo scopo della vostra vita o la tua beatitudine. È tutto ciò che ti porta gioia e ti ispira ad alzarti dal letto ogni giorno (qui trovi dei consigli su come svegliarsi preso al mattino).

Ken Mogi, neuroscienziato e autore di Awakening Your Ikigai, afferma che ikigai è un concetto antico e familiare per i giapponesi, che può essere tradotto semplicemente come “una ragione per alzarsi al mattino” o “svegliarsi con gioia”.

È importante ricordare che mentre la filosofia tradizionale giapponese si concentra sulla ricerca della propria beatitudine, l’interpretazione occidentale ha utilizzato l’ikigai come strategia per trovare la carriera dei propri sogni, dopo aver capito cosa fare nella vita.

Sebbene il suo significato abbia subito alcuni cambiamenti storici, l’ikigai è sempre stato indicato sia come una ricerca personale sia come un beneficio per gli altri. In definitiva, l’ikigai dà significato, scopo e realizzazione alla propria vita, contribuendo al contempo al bene degli altri.

Quali sono le aree dell’Ikigai

La versione occidentale dell’ikigai dice che hai trovato la carriera dei tuoi sogni quando comprende queste quattro qualità:

  1. Ciò che si ama
  2. Ciò che si sa fare bene
  3. Ciò per cui si può essere pagati
  4. Ciò di cui il mondo ha bisogno

Il diagramma di ikigai aiuta a visualizzare questo concetto, mostrando le quattro qualità principali che si sovrappongono:

Ikigai
Ikigai

Ciò che si ama

Questa sfera comprende ciò che facciamo o sperimentiamo e che ci dà più gioia nella vita e ci fa sentire più vivi e appagati. Ciò che amiamo in questo senso può essere andare in barca a vela, scrivere un libro, fare arrampicata, cantare in una rock band, leggere romanzi, trascorrere il tempo libero con gli amici, ecc.

L’importante è che ci permettiamo di pensare profondamente a ciò che amiamo, senza preoccuparci se siamo bravi a farlo, se il mondo ne ha bisogno o se possiamo essere pagati per farlo.

Ciò che si sai fare bene

Questa parte comprende tutto ciò in cui si è particolarmente bravi, come le abilità apprese, gli hobby che perseguiti, i talenti dimostrati fin da piccoli, ecc. Ad esempio, si può essere bravi a suonare il pianoforte, ad essere empatici, a parlare in pubblico, a praticare sport, a fare interventi al cervello o a dipingere ritratti.

Questa sfera comprende i talenti o le capacità, la passione o meno per essi, il fatto che il mondo ne abbia bisogno o che si possa essere pagati per essi.

Ciò per cui si può essere pagati

Questa dimensione del diagramma si riferisce anche al mondo o alla società in generale, in quanto riguarda ciò che qualcun altro è disposto a pagare per te o “ciò che il mercato sopporta”. Potreste essere appassionati di poesia o molto bravi nell’arrampicata, ma questo non significa necessariamente che possiate essere pagati per questo.

La possibilità di essere pagati per le proprie passioni o i propri talenti dipende da fattori quali lo stato dell’economia, la richiesta delle proprie passioni/talenti, ecc.

Ciò di cui il mondo ha bisogno

Il “mondo” in questo caso può essere l’umanità nel suo complesso, una piccola comunità con cui sei in contatto o una via di mezzo. Le esigenze del mondo possono essere basate sulle tue impressioni o su quelle espresse da altri.

I bisogni del mondo potrebbero essere infermieri qualificati, acqua pulita, riscaldamento domestico, volontari per le elezioni o una migliore formazione della polizia.

Questo ambito dell’ikigai si collega in modo più esplicito agli altri e al fare del bene per loro, al di là dei propri bisogni.

Oltre a vivere una vita più lunga e felice, conoscere il proprio ikigai può essere d’aiuto a:

  • Progettare il tuo stile di vita lavorativo ideale
  • Creare forti legami sociali sul lavoro
  • Creare un sano equilibrio tra lavoro e vita privata
  • Perseguire i propri sogni di carriera
  • Godere del proprio lavoro

Quando conosci il tuo ikigai e ne comprendi il significato, sei allineato con il lavoro che desideri fare e con il lavoro che il mondo ha bisogno che tu faccia.

Come scoprire il proprio ikigai

Ecco tre passi principali per scoprire il proprio ikigai:

Rispondi ad alcune domande per scoprire il tuo ikigai

  1. Che cosa ami?
  • Se attualmente lavori:
  • Sei assorbito dal tuo lavoro?
  • Sei più entusiasta di andare al lavoro che di lasciarlo?
  • Hai un legame emotivo con i risultati del tuo lavoro?
  • Se hai un hobby o un mestiere:
  • Hai un hobby o un mestiere di cui non riesci a fare a meno?
  • Sei più entusiasta del vostro hobby o mestiere che di qualsiasi altra cosa?
  • Sei emotivamente legata/o al tuo hobby o mestiere?
  1. In che cosa sei brava/o?
  • Se attualmente lavori:
  • Le persone ti chiedono consigli su argomenti legati al tuo lavoro?
  • Ci sono parti del tuo lavoro che ti vengono facili?
  • Sei tra i migliori in quello che fai?
  • Sei/vuoi diventare un esperto in quello che fai?
  • Se hai un hobby o un mestiere:
  • La gente ti fa i complimenti per il tuo hobby o mestiere?
  • Il tuo hobby o mestiere è intuitivo?
  • Sei tra i migliori nel tuo hobby o mestiere?
  • Sei/vuoi diventare un esperto nel tuo hobby o mestiere?
  1. Di cosa ha bisogno il mondo? (Se attualmente lavori)
  • Il tuo lavoro è considerato molto richiesto dal mercato?
  • Immagina il prossimo anno, 10 anni e 100 anni: il tuo lavoro avrà ancora valore?
  • Stai risolvendo un problema sociale, economico o ambientale?
  1. Se hai un hobby o un mestiere:
  • Il tuo hobby o mestiere è molto richiesto o desiderabile sul mercato?
  • Il tuo hobby o mestiere avrà ancora valore in futuro?
  • Il tuo hobby o mestiere risolve un problema sociale, economico o ambientale?
  1. Per cosa puoi esser pagata/o? (Se attualmente lavori)
  • Ci sono altre persone che vengono pagate per lo stesso lavoro che stai facendo?
  • Vivi bene o riesci a vivere bene facendo il tuo lavoro?
  • C’è un sano livello di concorrenza per il tuo lavoro?
  1. Se hai un hobby o un mestiere:
  • Altre persone hanno fatto carriera con lo stesso hobby o mestiere?
  • Le persone intorno a te hanno chiesto di acquistare ciò che fai o produci?
  • C’è un sano livello di concorrenza per ciò che fai o produci?

Se hai risposto “sì” a ciascuna domanda della sezione “Se stai lavorando”, continua a fare quello che state facendo!

Se hai risposto “sì” a tutte le domande della sezione “Se hai un hobby o un mestiere”, congratulazioni! Puoi prendere provvedimenti per trasformare il tuo hobby nella carriera dei tuoi sogni.

E se le tue risposte fossero no?  Non preoccuparti; continua a leggere per altri consigli su come trovare il tuo ikigai.

Trova il tuo ikigai

Dedica un po’ di tempo a visualizzare la tua giornata ideale dall’inizio alla fine. Che tu ci creda o no, questo ti aiuterà a determinare il tuo ikigai. Cosa indossi? Con chi stai parlando? Cosa stai facendo? Presta attenzione a come ti senti. Cosa ti fa sentire bene al lavoro?

Quando hai finito di visualizzare, assicuratevi di scriverlo (o di scriverlo mentre lo state visualizzando), qui trovi alcuni consigli su come fare una visualizzazione creativa perfetta.

Successivamente, esamina le domande a cui hai risposto “no”. Dedica un po’ di tempo al brainstorming e scrivi quei piccoli cambiamenti che puoi apportare per allineare la tua missione. Allineala a ciò che ami, a ciò che ssei bravo/a a fare, a ciò di cui il mondo ha bisogno e a ciò per cui puoi essere pagato/a.

Per esempio, hai risposto “no” alla domanda “Hai un legame emotivo con i risultati del tuo lavoro?”. Forse perché preferisci lavorare con i clienti faccia a faccia piuttosto che al telefono, o forse perché vorresti candidarti per una promozione da leader al lavoro.

Oppure, se hai risposto “no” a “Il tuo hobby o mestiere è intuitivo? Forse hai bisogno di frequentare qualche corso per rafforzare le tue capacità in modo che il tuo lavoro risulti più naturale.

Durante questo processo, l’obiettivo principale è trovare il tuo centro, il tuo ikigai.

P.S. è normale che in questo periodo sorgano dubbi, paure o pensieri negativi. Affrontare il futuro può sembrare una sfida pesante. Il trucco è non attribuire un significato ai dubbi e alle paure. Sei più forte e più adattabile di quanto tu possa pensare.

Ora che hai in testa un’immagine della tua giornata lavorativa ideale. Prendi in considerazione l’idea di studiare, fare ricerche, seguire corsi o assumere un coach o un mentore. Questo passo può aiutarti a scoprire se la tua visione corrisponde alle tue aspettative nella vita reale.

Per esempio, forse volete diventare un fotografo di matrimoni. Ma dopo aver fatto da tutor a un fotografo di matrimoni professionista, ti sei resa/o conto che non fa per te.

Se, dopo aver seguito questo processo, scopri che la tua visione corrisponde alle tue aspettative reali, congratulazioni, sembra che tu abbia trovato il tuo ikigai.

Cucinate torte, imparate a programmare, fai volontariato, fonda un club del libro, disegna un logo: non importa. Continua a sperimentare finché non trovi quello che fa per te… quello che ami fare!

Trovare il proprio ikigai non significa amare ogni aspetto della propria carriera. Significa che si è disposti ad accettare anche le parti non proprio perfette. Questo perché la tua carriera è allineata con ciò che ami, con ciò per cui sei pagato/a e con ciò di cui il mondo ha bisogno.

Spero che questo articolo ti sia stato utile e che ti abbia dato una spinta in più verso il tuo miglioramento personale. Se ti va condividilo nei tuoi social, così potrebbe aiutare anche qualche tuo amico/a!

Altri utenti hanno letto anche ...

Continua a migliorarti e a salire di livello con questi altri interessanti articoli tra i più letti...

🔥 Iscriviti gratis! 🔥

Ti piacerebbe migliorare?
Denaro, Mentalità, Relazioni, Benessere mentale e fisico ...

Entra nella Membership dei Migliorandi (totalmente gratis!) riceverai 2 volte a settimana 2 speciali contenuti via e-mail di estremo valore sul mondo della crescita personale che ti aiuteranno concretamente a migliorarti. (fidati!)

Inizia a migliorare!

🎯 ​I 5 più cliccati

Questi sono gli articoli più letti, dedicati alla crescita personale, da parte dei nostri utenti che hanno deciso di migliorarsi.

💯 Formati & Migliorati 💯