Legge dell’attrazione, cos’è e come funziona?

La Legge di Attrazione si basa sul principio che i tuoi pensieri diventano realtà, ovvero che tu sei in grado di attrarre ciò a cui pensi. Incredibile vero? Ti spiego tutto qui

Cos’è e come funziona la legge dell’attrazione? Darne una definizione è semplice, capire come agisce è tutto un altro paio di maniche!

Immagina di pensare ad una cosa che desideri tantissimo, e di ottenerla con il semplice potere della mente. Non saresti la persona più felice al mondo? Sì, e probabilmente anche la più annoiata.

La legge dell’attrazione non è magia e non permette di vedersi materializzare davanti agli occhi le cose che vogliamo.

Ma ci consente di raggiungerle, piano piano, tramite la convinzione nei nostri mezzi e la positività del nostro pensiero.

Cos’è la legge dell’attrazione?

Domanda: Da cosa siamo fatti?

Semplice: pelle, ossa, organi i quali sono formati da cellule (in totale circa 100.000 miliardi) le quali a sua volta sono costituite da molecole le quali a loro volta da atomi.

L’atomo è costituito da una zona centrale chiamata nucleo (protoni e neutroni) e attorno al nucleo ruotano gli elettroni producendo energia.

Tutto ciò che è materia è formato da atomi, quindi sostanzialmente tutto è energia.

Il nostro destino dipende dalle nostre energie, ecco che quelle positive possono far accadere i “miracoli” o meglio attrarre.

Fai attenzione, però, perché qui il sovrannaturale o il divino non c’entrano.

Sei tu a generare questa energia, e a fare in modo che sia orientata in maniera positiva verso te stesso e verso il mondo che ti circonda.

Il flusso energetico positivo funzionerà al pari di una calamita, dunque attirerà verso di te gli “oggetti” verso i quali stai orientando il tuo pensiero.

È una vera e propria legge universale, che non c’entra nulla con i credi religiosi: ognuno di noi è in connessione con l’universo, tramite il proprio flusso energetico e spirituale.

Quando questo flusso diventa positivo, ecco che l’universo ci premia aiutandoci a raggiungere i risultati prefissati.

È una legge matematica?

No, non lo è. Il raggiungimento delle cose che desideriamo non è automatico, ma richiede sacrifici e impegno, e tanta perseveranza.

Per comprendere meglio i suoi meccanismi, ti consiglio di proseguire con il prossimo paragrafo!

Legge dell’attrazione

Come funziona la legge dell’attrazione?

Tutto dipende dall’energia che trasmetti verso il mondo e verso gli altri. Se questa è positiva, attirerai verso di te cose positive, viceversa se è negativa non farai altro che chiamare a te i problemi.

Ogni emozione umana produce delle vibrazioni, che si ripercuotono sull’universo, e che fanno accadere le cose, siano esse belle o brutte.

Voglio farti un paragone semplice e anche divertente: hai presente quando paghi un pacchetto di patatine alla macchinetta, e la molla si inceppa?

Tu resti a bocca asciutta, arrabbiandoti e facendo il diavolo a quattro, prendendo a pugni il dispositivo.

E il pacchetto di patatine resta lì immobile, fregandosene.

Poi arriva una persona, dopo di te, e la molla magicamente si sblocca soltanto sfiorando il vetro.

Ecco, questa è la legge dell’attrazione spiegata in modo “profano”!

In sintesi, ricordalo bene entusiasmo porta entusiasmo, rabbia porta solo rabbia.

Leggi anche: Legge di attrazione in amore: ecco come attrarre la persona desiderata

Far succedere le cose in 3 passaggi

Cosa devi fare per attivare questa legge? Ci sono tre step fondamentali che ti consiglio di seguire, e che rappresentano la base dell’attrazione:

  1. Chiedi una cosa
  2. Credici con tutte le tue forze
  3. Ricevila

Ecco come mettere in pratica ognuno dei passaggi.

Chiedere una cosa

La prima cosa che devi fare è chiedere, ovvero fissare un obiettivo.

Stai attento, perché chiedere la luna non ti porterà a nulla. Vuol dire che devi orientare il tuo pensiero verso un obiettivo a breve o medio termine, quindi realisticamente raggiungibile.

È chiaro che puoi anche fissare un grosso risultato da raggiungere, ma tramite diversi step. In quel caso ti conviene riflettere sui vari passi da compiere, per tracciare la rotta in vista del bersaglio grosso.

Voglio farti un esempio concreto, e forse anche un po’ banale. Vuoi trovare un partner, perché ti sei stufato della solitudine. Bene, i micro-obiettivi sui quali fissarti potrebbero essere questi:

  • Lavorare sulla tua autostima
  • Perdere quei chiletti di troppo
  • Allargare le amicizie (ad esempio frequentando una palestra)
  • Lavorare sul tuo rapporto con l’altro sesso

Come vedi, ognuno di questi obiettivi di per sé rappresenta un piccolo successo, quindi una cosa positiva da “collezionare” con la legge dell’attrazione.

♥ Leggi anche: Potere della mente: come sfruttarlo per migliorarti in 4 passi

Il mix degli ingredienti, poi, ti permetterà di raggiungere facilmente anche l’obiettivo primario, ovvero trovare un compagno o una compagna.

Se invece decidi di partire subito in quarta, senza aver affrontato questi piccoli passi uno alla volta, difficilmente riuscirai a cambiare la situazione di punto in bianco.

Significa che:

  • Gli obiettivi devono essere realizzabili nel breve e concreti
  • È inutile puntare al bersaglio grosso se non c’è una strategia chiara

La costanza e la pazienza rappresentano, di conseguenza, due capacità fondamentali quando chiedi qualcosa (e ti aspetti di ottenerla).

Credere in ciò che fai

Come ti ho appena spiegato, è importante essere determinati e credere in ciò che facciamo. È un po’ come un gatto che si morde la coda: se non credi in ciò che fai non sei motivato, e se non sei motivato non sei costante.

E senza la costanza, non si va da nessuna parte nella vita.

Tutto questo è possibile ottenerlo mettendo a fuoco l’obiettivo (o gli obiettivi) che vuoi raggiungere, incanalando la tua energia positiva in direzione dello scopo finale: ottenere qualcosa.

Se ti stai chiedendo cos’è la legge dell’attrazione e come funziona, questa è la risposta.

♥ Leggi anche: Obiettivi da raggiungere? Inizia da qui

Un piano pratico per partire già oggi

Ci siamo: ora dovresti avere le idee più chiare, almeno da un punto di vista teorico. Adesso arriva il difficile: iniziare a ragionare secondo i dettami della legge dell’attrazione.

Perché la teoria è bella, ma la pratica lo è di più.

Ti consiglio innanzitutto di fare un elenco delle cose che non vanno nella tua vita. Ad esempio le tue relazioni sentimentali, ma anche il lavoro, le difficoltà nello studio, la necessità di cambiare aria o amici.

Per agire contro i problemi devi per forza uscire dalla tua comfort zone. Significa prendere coraggio e affrontare l’ignoto.

Se quella cosa va male, di certo non potrai risolverla restando immobile e continuando con le tue routine di sempre, ti pare?

Per far accadere le cose devi crederci ed essere propositivo, oltre che positivo. Quindi devi affrontare di petto le tue paure, e farlo con il sorriso e con la voglia di stupire tutti (compreso te stesso).

Quando vedrai un risultato, anche il più piccolo e in apparenza insignificante, sii grato e fatti i complimenti.

Evita di guardare agli aspetti che ancora non funzionano, e cerca di concentrarti invece su quelli che hanno iniziato a girare, da quando sperimenti la legge dell’attrazione.

Ricorda che soltanto la positività ti permette di attirare le cose belle. Vedrai che, piano piano, arriverai dove volevi arrivare, pronto per fissare un altro obiettivo!

Capire come funziona la legge dell’attrazione non è facile, ed è per questo che ho provato a spiegartela facendo tanti esempi pratici. Come sempre, però, sta a te prendere il toro per le corna e cominciare a credere in te stesso.

Le cose belle accadono, ma soltanto se le desideri davvero.

Ti potrebbe interessare ...

Formati & Migliorati