Come raggiungere un obiettivo pianificandolo in 5 passi

Come raggiungere un obiettivo pianificandolo in modo corretto, ecco i 5 passaggi fondamentali per farlo che spesso si danno per scontati - Leggi sotto

Magari stai cercando di dimagrire, scrivere un libro, ridipingere la casa, partire con una nuova attività imprenditoriale, svegliarti molto presto ogni mattina etc… ebbene, quanti di questi obiettivi stai affrontando contemporaneamente? Quanti ne riesci a portare veramente alla fine?

Quando decidiamo un raggiungere un obiettivo, all’inizio si è pieni di entusiasmo e di motivazione, ci si sente carichi e sicuri delle proprie azioni e vediamo quello che vogliamo raggiungere come qualcosa di concreto e abbastanza vicino.

Le cose infatti procedono per il meglio durante i primi tempi senza problemi. Ma ecco che pian piano l‘entusiasmo iniziale svanisce, e quello che prima ci sembrava così vicino e reale, inesorabilmente ci appare lontano anni luce, e quasi impossibile da perseguire.

E indovina un po’ come finisce?

Finisce che, demotivato per  l’ennesima sconfitta, abbandoni definitivamente l’obiettivo da raggiungere e mandi tutto a quel paese, non è vero?

Quante volte ti è capitato di partire convinto e motivato e poi ritrovarti spaesato?

Ora, se anche per te funziona così, significa che c’è qualcosa che non va, c’è qualcosa che non ti permette di avere quella mentalità vincente verso l’obiettivo a cui sei interessato.

La colpa fondamentalmente può essere attribuita principalmente a questi 2 fattori:

  1. Non riesci a fissare un obiettivo da raggiungere concreto e lineare
  2. Non sai come perseguire i tuoi scopi nel tempo, affinché questi si realizzino

Bene, cosa devi fare allora?

Avevamo già scritto un articolo sugli obiettivi da raggiungere ma non avevamo parlato della pianificazione.

La 1° cosa in assoluto infatti è imparare a pianificare gli obiettivi in modo corretto, e dopodiché, in seconda battuta, iniziare a perseguirli seguendo un preciso schema di raggiungimento.

Lo scopo di questo articolo è quello di fornirti alcuni passaggi chiave da tenere sempre in considerazione per non perdere mai il controllo delle tue mete.

A questo punto, vediamo i passi fondamentali:

1 – Focalizzati su un nr. limitato di obiettivi da raggiungere

Ogni obiettivo richiede uno sforzo e alcune frasi motivazionali ti possono aiutare. Più obiettivi hai da raggiungere contemporaneamente, più diventerà difficile riuscire a soddisfarli tutti.

Quindi, piuttosto che arrabattarti in cinquemila cose simultaneamente, volendo realizzare tutto il realizzabile, concentrati solo su un paio di obiettivi primari per volta.

Idealmente quello che devi riuscire a fare è scegliere obiettivi che si completino a vicenda, che in qualche modo siano complementari, o legati l’uno all’altro, affinché il primo sia parte integrante del secondo. Cosi al raggiungimento del primo, otterrai anche parte della dell’altro.

Ora vediamo nel concreto. Per esempio, se sei hai qualche chilo di troppo e stai puntando a perdere peso (obiettivo primario), potresti avere come obiettivo secondario, quello di ottenere un fisico scolpito e muscoloso: in questo caso i 2 obiettivi lavorano insieme, e al raggiungimento del primo sarai già a buon punto per soddisfare anche il secondo.

Capito?

Una cattiva idea invece sarebbe focalizzarsi a scrivere un libro e al tempo stesso cercare di aprire una nuova attività imprenditoriale. Il problema in questo caso è l’assenza del tempo e dell’energia necessari a realizzare entrambi i traguardi contemporaneamente.

Sia per questioni di concentrazione, sia a causa dell’impegno notevole con cui bisogna affrontare queste situazioni.

Ogni obiettivo quindi deve funzionare come una sorta di “meccanismo a catena”, affinché l’attuazione dell’uno agevoli l’altro, fino ad arrivare al completamento di tutta la serie.

2 – Pianificare in anticipo

Uno dei motivi principali per cui si finisce con l’abbandonare il perseguimento di un traguardo sta nel non si effettuare in anticipo una pianificazione adeguata.  A cosa mi riferisco quando parlo di pianificazione anticipata?

Ebbene, se ti prefissi di fare una dieta e sai che la settimana prossima il tuo amico da un mega rinfresco a buffet, è probabile che questo ti farà rinunciare a priori dal cominciare a mangiare  meno.

Userai quindi frasi di rimando tipo: “Inizierò lunedì”, “è inutile farla adesso con la festa nelle vicinanze”, etc… Giusto?

Dunque, se non pianifichi in anticipo i tuoi comportamenti o i vari avvenimenti che possono portarti fuori strada lungo il percorso, finirai con l’andare fuori strada.

E come si fa allora a risolvere questo problema e tagliare definitivamente la testa al toro?

E’ facilissimo. Se pianifichi in anticipo e in modo adeguato le tue azioni, e ti attieni a esse, difficilmente userai scuse di rimando per evitare i tuoi obiettivi. Una buona soluzione in questo caso potrebbe essere limitarsi durante i pasti nei giorni subito prima della festa e in quelli subito dopo, cosicché, sebbene non sia dimagrito, non sarai nemmeno ingrassato.

Pianificando, una o due settimane il tuo comportamento futuro, hai buone possibilità di deviare gli imprevisti.

3 – Raggiungi l’obiettivo per gradi

Ecco un altro problema comune quando si decide di portare a termine un obiettivo: focalizzarsi sull’obiettivo finale perdendo di vista il tragitto da affrontare.

Il fatto è che tutti gli obiettivi, una volta impostati, ci appaiono molto lontani, distanti da noi anni luce, e molto difficili da raggiungere. Dunque, se guardiamo solo all’obiettivo come un insieme unico di passi e non ci focalizziamo su ognuno di essi, sarà dura riuscire a tagliare il traguardo.

Quello a cui devi puntare, soprattutto all’inizio, non è tanto l’arrivo al traguardo, ma delineare il perseguimento dell’obiettivo in una serie passaggi intermedi che ti consentano di avere riferimenti specifici durante il tragitto.

E’ come quando devi affrontare 500 km di autostrada. Nel momento in cui parti il percorso ti sembrerà incredibilmente lungo, ma se fissi dei punti intermedi ogni 150 km, percorrere l’intero tragitto risulterà più sostenibile.

Ad esempio, immagina di dover scrivere un romanzo composto da 20 capitoli. Se imposti dei riferimenti graduali da raggiungere in un certo tempo (fine del capitolo 1 entro un mese; fine del capitolo 2 entro due mesi, etc..) arrivare alla chiusura del libro sarà più semplice.

Invece di concentrarti unicamente sull’obiettivo finale, cerca di tracciare il percorso con dei riferimenti per il quale passare. Così il processo di realizzazione sarà più reale e vicino.

4 – Segui i tuoi progressi

Questo passaggio si somma al precedente: segui i tuoi progressi durante il percorso.

Quando stai lavorando sullo stesso obiettivo per un periodo di tempo molto lungo, potresti sentire una sensazione di stallo, come se non stessi facendo dei progressi reali. Non è così ovviamente. Infatti se guardi indietro riesci a renderti conto più chiaramente di quanta strada hai percorso.

Monitorare la situazione nel tempo significa controllare mese dopo mese i traguardi intermedi raggiunti. Puoi fare ciò facilmente, appuntando su un diario o un quaderno lo stato reale dei tuoi progressi.

In questo modo, traccerai automaticamente, una sorta di statistica del rendimento, e su di essa, potrai lavorare per migliorare le tue performance.

5 – Ottieni sostegno e l’incoraggiamento

E ‘molto più facile rimanere motivati ​​quando hai persone positive intorno a te. Ognuno di noi prima o poi arriva al punto in cui si sente “stanco” e “demotivato”… arriva il momento in cui tutto quello che sta facendo sembra non servire a niente.

Diciamo che questo modo di pensare, seppur molto comune, non ci aiuta molto a portare a termine i nostri obiettivi, soprattutto per chi possiede una scarsa autostima.

Dato che questa sfaccettatura prima o poi inevitabilmente arriva, dobbiamo avere intorno a noi persone positive pronte a farci ragionare, disposte a metterci davanti agli occhi il punto della situazione, al fine di trasmetterci carica e motivazione per proseguire.

Insomma, immagina la situazione contraria: ti senti demotivato e pensi che tutti i tuoi sforzi non siano valsi a nulla, e di fianco a te hai una persona che ti dice “ma sì, lascia stare, è troppo difficile, chi te lo fa fare?”.

Indovina un po’ quale sarebbe la reazione del 90% delle persone?

Te lo dico io. Rinunciare a ciò per cui si è lottato duramente!

Ecco quindi che circondarsi da persone positive, disposte ad aiutarci con un incoraggiamento, è molto importante per poter lavorare nel raggiungimento dei nostri obiettivi.

Parla dei tuoi obiettivi a persone che possano incoraggiarti positivamente, con cui puoi condividere i tuoi pensieri, le tue difficoltà o i tuoi dubbi. Sono loro talvolta che ci permettono di rimetterci in pista e proseguire il cammino.

Allora, riepilogando, quali sono gli obiettivi su cui stai lavorando in questo momento?

Se nel corso del tempo hai messo da parte molte delle tue aspirazioni, convinto di non riuscire a soddisfarle, è arrivato finalmente il momento di spolverarle nuovamente e lavorare su di esse per realizzarle e se vuoi una marcia in più guarda il video di Stefano che trovi qui: Mentalità Vincente il segreto dei #1

P.S. Ricorda di condividere questo articolo con i tuoi amici, i pulsanti per farlo li trovi qui in basso.

Altri utenti hanno letto anche ...

Continua a migliorarti e a salire di livello con questi altri interessanti articoli tra i più letti...

I 5 più cliccati

Questi sono gli articoli più letti, dedicati alla crescita personale, da parte dei nostri utenti che hanno deciso di migliorarsi.

Formati & Migliorati